Commissione concorsi

La Commissione Concorsi lavora per affermare lo strumento del Concorso di Architettura aperto, come la procedura migliore per la Qualità dei luoghi in cui viviamo, dove si sceglie un progetto e non un progettista, e dove i principi di merito e pari opportunità trovano piena accoglienza.

La Commissione si propone come interfaccia attivo nei confronti di Amministrazioni Pubbliche o privati che vogliano intraprendere il percorso virtuoso rappresentato dal Concorso di Architettura, fornendo supporto  nella formulazione del bando, nella gestione del concorso, affiancando il promotore in tutte le fasi.

A questo proposito l'Ordine si è dotato dal 2011 di una piattaforma per la gestione informatica dei Concorsi che è messa gratuitamente a disposizione dei promotori, ed ha provveduto a formare nell'ambito della Commissione figure professionali idonee a progettare i Concorsi.

Per appuntamenti o chiarimenti riguardanti i Concorsi e la piattaforma è possibile prendere contatto con i membri della Commissione fissando un appuntamento attraverso la Segreteria dell’Ordine (tel 051/4399016 - segreteria@archibo.it)

Progettare i concorsi

I Concorsi sono la procedura più efficace per selezionare un progetto di alta qualità architettonica e funzionale; per fare in modo che tale procedura possa esplicare al meglio le sue potenzialità è necessario che essa sia progettata e gestita con cura da persone esperte, che possano guidare il banditore nell’affrontare alcuni passaggi fondamentali senza i quali il rischio di comprometterne l’efficacia è elevato.

Il Concorso è a tutti gli effetti un contratto tra il banditore ed i partecipanti, che ha come fine il Bene Comune, nel quale le diverse esigenze dei soggetti devono essere contemperate e soddisfatte nel miglior modo possibile, per portare a compimento alcuni principi che sono alla base della competizione progettuale, quali la trasparenza, il riconoscimento del merito e le pari opportunità.

Un Concorso con una buona organizzazione e gestione, dalle fasi iniziali, fino proclamazione dei risultati ed alla mostra di tutti i progetti presentati, avrà maggiori possibilità di raggiungere i traguardi sperati.
Nella progettazione di un Concorso vi sono diversi aspetti ed azioni che devono essere tenuti in considerazione per poter scegliere la tipologia che meglio vi si adatta:

  • le esigenze del Committente/banditore, che devono essere esplicite e chiare;
  • la fattibilità economica e tecnica, se l’opera è finanziata o finanziabile, se esiste uno studio di fattibilità, e se quanto desiderato è compatibile o meno con la normativa urbanistico edilizia;
  • il livello di partecipazione, se nazionale, europeo od internazionale;
  • il montepremi a disposizione dei partecipanti ed il quadro economico complessivo della fase concorsuale;
  • la tempistica di svolgimento.

Una volta individuata la tipologia di Concorso, sarà necessario:

  • stabilire il quadro normativo in relazione al tipo di Committente ed al livello territoriale del Concorso, anche in relazione con la nomina della Commissione giudicatrice;
  • acquisire e selezionare il materiale da fornire ai partecipanti;
  • stendere, sulla base delle esigenze del Committente/banditore, e dell’eventuale normativa di settore, un programma funzionale di quanto richiesto;
  • realizzare il cronoprogramma dettagliato di tutte le fasi;
  • stabilire la quantità degli elaborati richiesti, che devono essere commisurati al tema ed al montepremi;
  • scrivere e pubblicizzare il Bando.

La gestione durante il periodo prima della consegna degli elaborati prevede i rapporti con i partecipanti, in particolare la ricezione dei quesiti inviati, e la formulazione delle relative risposte.
Una volta pervenuti gli elaborati, sotto qualsiasi forma, cartacea o digitale, sia in caso di unica fase che in più fasi è necessario:

  • effettuare un’analisi e verifica preliminare dei progetti pervenuti e stesura di report per ciascun progetto;
  • preparare una sala per svolgimento dei lavori della Commissione Giudicatrice;
  • assistere la Commissione Giudicatrice in sede di valutazione e formulazione e pubblicazione del verbale con i risultati;
  • assistere la Commissione Giudicatrice, il Committente, e ed l’eventuale Consulente legale per la verifica del possesso dei requisiti dei progettisti vincitori e per la liquidazione dei premi;
  • curatela per la mostra dei progetti e del catalogo.

Tutte queste attività possono essere svolte dal Coordinatore o Progettista di Concorso, figura professionale che deriva dal maître d’ouvrage, istituito in Francia negli anni ’80, che in Europa, ed in alcune realtà locali italiane, si è affermato con successo. Egli costituisce il garante della regolarità della competizione e l’interfaccia tra Committente e partecipanti, ed è una figura indispensabile, specialmente per coloro che approcciano il tema del Concorso senza avere una conoscenza specifica della materia.

Nel 2016 la Commissione Concorsi, e successivamente anche il Consiglio Nazionale hanno organizzato corsi per formare questa importante figura.

Componenti

Referente in Consiglio: da nominare a seguito del rinnovo del Consiglio dell'Ordine
Coordinatore: Adele Sarti
 
Membri:

  • Margherita Abatangelo
  • Marta Badiali
  • Ezio Battaglia
  • Valentina Cosmi
  • Irene Esposito
  • Antonio Gentili
  • Pier Giorgio Giannelli
  • Daniela Giannini
  • Francesca Lanzarini
  • Federica Ravazzi