Via Saragozza 175
40135 Bologna
Cf 80039010378

OPINAMENTI E PARERI

OPINAMENTI E PARERI

L'Ordine degli Architetti PPC di Bologna emette “opinamento” delle parcelle su richiesta degli iscritti e “parere di congruità“ su richiesta di soggetti esterni (privati o persone giuridiche), attraverso la consultazione e l’attività della Commissione appositamente nominata, che esamina e valuta i compensi attenendosi a quanto definito in merito nelle clausole contrattuali, ed in mancanza di queste, alle norme in materia di onorari o delle tariffe vigenti alla data di assunzione dell’incarico, sia per prestazioni ordinarie, sia per prestazioni speciali.

Gli opinamenti e i pareri di congruità sono emessi dalla Commissione Compensi che li trasmette al Consiglio amministrativo dell’Ordine per l’approvazione e deliberazione definitiva.

Il parere di congruità può essere richiesto su preventivo di notula, circa la corretta formulazione con riferimento ai presupposti di incarico, che si accettano in ipotesi.

Il parere di visto può essere richiesto durante lo svolgimento della prestazione professionale, con riferimento al compenso da liquidarsi ad un certo punto della prestazione. L’esame ne accerta la compatibilità e rispondenza delle prestazioni, in riferimento al disciplinare e alla natura stessa dello svolgimento dell’incarico, nonché alla sua entità.

Il parere di opinamento può essere richiesto alla conclusione delle prestazioni professionali. L’esame finale accerta la compatibilità e la rispondenza delle prestazioni in riferimento al disciplinare di incarico ove presente o tramite autocertificazione del richiedente e alla natura e svolgimento dello stesso alla sua definitiva entità e al compenso da liquidarsi.

L’entità delle opere cui fanno riferimento le prestazioni per le quali si chiede il parere deve essere individuata con i necessari e richiesti documenti contabili, ovvero con una autocertificazione sottoscritta dal professionista.

COME PRESENTARE LA RICHIESTA DI PARERE AL CONSIGLIO DELL’ORDINE:

il richiedente deve formulare domanda al Presidente del Consiglio dell’Ordine a mezzo PEC utilizzando l’apposito modulo e allegando tutta la documentazione digitale di seguito indicata:

- copia/scansione del disciplinare d’incarico sottoscritto dalle parti;

- copia/scansione della Determinazione dirigenziale di affidamento dell’incarico, qualora il Committente sia una Pubblica Amministrazione;

- copia/scansione dell’autorizzazione (nulla-osta) alla specifica commessa/incarico del datore di lavoro, qualora il professionista richiedente sia un dipendente di una Pubblica Amministrazione;

- copia/scansione della relazione cronologica delle prestazioni svolte dal professionista e delle circostanze verificatesi in fase di svolgimento dell’incarico, comprensiva degli eventuali precedenti pareri di congruità già emessi dall'Ordine;

- copia/scansione della/e notule professionali trasmesse al Committente e attestazioni di avvenuta consegna;

- copia/scansione della documentazione utile a comprovare la natura e l’entità delle prestazioni eseguite (ad es. copia del progetto, atti amministrativi connessi, ecc.);

- elenco della documentazione depositata descrittivo del nome del file, del titolo del documento ed indicazione del contenuto;

- copia/scansione della DOMANDA DI PARERE di CONGRUITÀ/VISTO/OPINAMENTO sui CORRISPETTIVI PROFESSIONALI, compilato a cura del richiedente;

- copia/scansione dei documenti di identità in corso di validità delle parti, se presenti documenti con firme autografe;

-  copia/scansione della ricevuta dell’acconto dovuto (30%) eseguito tramite bonifico bancario secondo le coordinate indicate .

La documentazione è da presentarsi in formato PDF/A-signed in una cartella compressa o tramite un sistema di trasferimento di file di grandi dimensioni (wetransfer/transferXl, altri, etc.).

Solo per particolari ragioni potrà essere accettata la richiesta di parere di congruità, di visto o di opinamento su documentazione cartacea, previa specifica richiesta motivata da avanzarsi al Presidente del Consiglio dell’Ordine.
In tale caso la documentazione originale e autografa dovrà essere comunque corredata da n. 1 CD/altro supporto informatico contenente tutti i documenti di cui al presente articolo in formato PDF/A-signed salvati in una cartella compressa, ai fini della archiviazione digitale del fascicolo presso l’ente, oltre ad una dichiarazione resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 attestante la corrispondenza tra i files digitali contenuti nel CD e la copia cartacea consegnata, e potrà essere consegnata presso la sede dell’Ordine, previo appuntamento da concordarsi con il personale di segreteria, ovvero inviata a mezzo di Raccomandata A.R..

E’ possibile chiedere un appuntamento alla Commissione Compensi per consigli e indicazioni generali sulle parcelle, previo accordo telefonico. Per appuntamenti, contattare la Segreteria al numero 051 4399016 o scrivere a segreteria@archibo.it