Tel. 051 4399016
Fax 051 4392175
info@archibo.it

Via Saragozza 175
40135 Bologna
Cf 80039010378

Consiglio Trasparente

Condividi

Consiglio Trasparente

La prevenzione della corruzione è finalizzata a favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse del Consiglio Nazionale e degli Ordini.

Il Consiglio Nazionale e gli Ordini sono dotati di una autonomia finanziaria, poiché ripetono i loro mezzi di finanziamento direttamente dalla base associativa di cui sono espressione. Entrambi fissano autonomamente le risorse finanziarie necessarie per il loro scopo e, di conseguenza, l'importo dei contributi da richiedere ai loro membri, determinato da essi stessi in sede assembleare.

In base al D.L. 31 agosto 2013, n. 101, convertito nella L. 30 ottobre 2013, n. 125, art. 2, commi 2 e 2 bis, gli Ordini ed i relativi organismi nazionali non sono gravanti sulla finanza pubblica, e si adeguano, con regolamenti propri e tenendo conto delle relative peculiarità, ai principi del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

In funzione di tale disposizione di legge, in data 21 gennaio 2015 è stato approvato il Regolamento Unico Nazionale recante gli obblighi di pubblicità, trasparenza, prevenzione della corruzione e diffusione delle informazioni e, di conseguenza, è stata predisposta la presente sezione del sito internet, adeguandone i contenuti.

Si segnala che in base alla "Circolare n. 52_1436_16 - Trasparenza e Prevenzione della Corruzione – Ulteriori aggiornamenti" inviata dal CNAPPC in data 26/04/2016  l'A.N.AC., a fronte degli incontri, in cui il CNAPPC è direttamente presente, finalizzati ad elaborare un testo condiviso ove indicare, nell'aggiornamento del Piano Nazionale Anticorruzione 2017, un capitolo specifico di semplificazioni per gli Ordini e Consigli Nazionali, connesse al predetto schema di decreto legislativo recante revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di trasparenza ed anticorruzione, ha emanato la delibera 380/2016 del 6 aprile. Con tale delibera, l'A.N.AC. ha formalizzato di voler sospendere ogni sorta di controllo sugli Ordini in attesa della pubblicazione dello schema di decreto legislativo recante revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione,pubblicità e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190, e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, allo stato in corso di esame presso le Commissioni parlamentari di Camera e Senato.Tale atto dell'A.N.AC., anche se l'ordinanza del Consiglio di Stato 1093/2016 aveva comunque già sospeso l'efficacia della delibera A.N.AC. 145/2014 con cui era stata sancita l’applicabilità anche agli Ordini della normativa anticorruzione, conferma la volontà dell'A.N.AC. predetta di compiere un percorso comune con gli Ordini professionali in tema di trasparenza e anticorruzione, con rapporti chiari e diversi rispetto a quelli del passato.
 

sezione in aggiornamento 

Secondo le prime linee guida recanti indicazioni sull’attuazione degli obblighi di  pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni contenute nel  d.lgs.   33/2013 come modificato dal d.lgs. 97/2016,  di cui alla Delibera della Autorita' Nazionale Anticorruzione n. 1310 del 28 dicembre 2016 - (in G.U.R.I. 10 gennaio 2017 n. 7)